news in tempo reale dall’Egitto: una lista twitter di attivisti, blogger, giornalisti sul campo (in aumento) #Jan25

A quasi due settimane dall’inzio delle manifestazioni a favore della democrazia in Egitto, successive a quelle che hanno determinato il cambio in Tunisia, è ormai chiaro che il ruolo dei Social Media è di primo piano.
Twitter in particolare sta fungendo anche qui da terreno di raccolta dei fatti e da cassa di risonanza anche per analisi e riflessioni.
Si parla tanto di come utilizzare questi strumenti in un nuovo schema dell’informazione (e se ne parlerà sempre di più) ma forse è arrivato il momento di mostrarne un aspetto pratico.
Qui sotto potete trovare una lista, che si aggiorna in tempo reale, dei tweet provenienti da alcune delle fonti più autorevoli sulla crisi in Egitto, principalmente attivisti, blogger, giornalisti quasi tutti sul campo (molti al Cairo) a raccontare tramite Twitter, velocemente e puntualmente, quello che sta accadendo.
È un insieme di profili (una sessantina finora) che ho filtrato fin dall’inizio della crisi, che continuo ad aggiornare e che mi aiuta a diffondere fatti, generare news, fare analisi.
Naturalmente (ecco uno dei punti importanti del nuovo modello di giornalismo) sono filtrati dal mio punto di vista, secondo le mie esperienze, conoscenze, capacità: non si tratta dell’equivalente dell’agenzia di stampa del 21mo secolo.
Altri potrebbero filtrare in modi diversi e l’unione modulata di tutti questi filtri è essenzialmente informazione.
Ne avremo modo di riparlare presto.
Nel frattempo questa pagina può essere utile a chi si vuole continuare informare o ai giornalisti più curiosi o a chi intende diffondere news.

N.B.: è in inglese, è la lingua comune, sempre più indispensabile in questa nuova era.



altri 3 post a cui potresti essere interessato:

2 thoughts on “news in tempo reale dall’Egitto: una lista twitter di attivisti, blogger, giornalisti sul campo (in aumento) #Jan25

  1. Roberto

    Ottimo lavoro! Potresti provare ad aggregare i feed di questi profili (Friendfeed, Pipes) e a filtrarli per hashtag o per keyword

  2. Stefi

    il tuo è comunque un approccio onesto! mi piace!
    decifrare quanto sta succedendo in Egitto, a prescindere dal tuo soggettivo criterio di filtraggio, non è comunque facile, non conosciamo approfonditamente la Storia di quel Paese(non quella scritta e/o insegnata ma quella vissuta là nella pelle di quelle genti nel corso dei secoli) e mi sento un pò come i non italiani che provano a decifrare, per esempio, la mancanza di ribellione alla situazione da circo equestre o da cabaret che sta attraversando la nostra storia nazionale. Non so se ho espresso chiaramente i miei dubbi in senso generale.
    Comunque apprezzo il tuo lavoro, continua così!

Comments are closed.